10. MATERNITA’

10-Senufo-AR
Questa statua rappresentante una donna che allatta il proprio figlio, simboleggia con tutta probabilità la divinità  femminile Kãtiéléo, quale fonte ispiratrice della  creatività degli scultori.

1 Iniziata partecipante alla cerimonia della maternità

1 Iniziata partecipante alla cerimonia della maternità

In particolare questa maternità, abbellita da un’elaborata acconciatura e marcate scarificazioni corporali e facciali, presenta il viso con il piattino labiale utilizzato nel tempo dalle donne Senufo.

senufo woman

Donna senufo da Himmelheber (Hans), “Negerkunst und Negerkünstler”

Sulla sommità della testa è scolpito un contenitore di noci di cola utilizzati appunto nei rituali religiosi; all’esterno sono presenti in rilievo dei buceri, simbolo di continuità etnica per i Senufo.

Bucero mentre nutre i piccoli nel nido

Bucero mentre nutre i piccoli nel nido

Interessante è il coperchio del contenitore  di provenienza Baulé che rappresenta un uomo scimmia (Gbekre) che tiene nelle mani un frutto, probabilmente una papaia.

Uomo scimmia dei Baulè, vicini del popolo Senufo - collezione privata

Uomo scimmia dei Baulè, vicini del popolo Senufo – collezione privata

In generale questa figura scimmiesca con le gambe leggermente piegate rappresenta lo spirito intermediario tra l’uomo e la divinità suprema ed è rappresentato dai Baulé con un contenitore tra le mani per le offerte.

 

IL POPOLO SENUFO

 

4 Costa d'Avorio _ Mappa delle Popolazioni

4 Costa d’Avorio _ Mappa delle Popolazioni

 

ARTE

28 Scultore prepara i caschi Wanyugo da archivio Eliot Elisofon

28 Scultore prepara i caschi Wanyugo da archivio Eliot Elisofon

Tutti i prodotti dell’arte Senufo sono realizzati da artigiani specializzati che mostrano minime differenze stilistiche regionali.
Un po’ ovunque nel loro territorio essi rappresentano antenati, figure in miniatura in ottone e piccole statue utilizzate nella divinazione. Vi sono inoltre diversi tipi di maschere utilizzate dalla società Poro.

STORIA

I Senufo sono costituiti da diversi sottogruppi che emigrarono nei territori attuali provenendo da nord nel corso del XV e XVI secolo.
A differenza dei loro vicini Songhai e Hausa, la loro cultura è rimasta relativamente al riparo da influenze esterne e anche se si sono serviti delle conoscenze altrui, non hanno dovuto far fronte a continui attacchi nemici e sconvolgimenti sociali.

ECONOMIA

10 Festa per nuova casa da Reflets de la CdI

10 Festa per nuova casa da Reflets de la CdI

Nella regione Senufo l’agricoltura è diffusa, in particolare si coltivano miglio, sorgo, mais, riso e patate, oltre a banane, manioca ed una serie di altri prodotti agricoli introdotti da altre zone del mondo.
Sono allevati piccoli animali di fattoria come pecore, capre, galline, faraone. La caccia e la pesca contribuiscono all’economia locale in modo limitato. Il lavoro è diviso tra agricoltori e artigiani e, mentre un tempo si pensava che non vi fossero matrimoni misti tra queste due categorie, alcuni studi hanno dimostrato che vi era un certo grado di flessibilità a questa regola.

POLITICA

4 Villaggio nella stagione delle piogge da Reflets de la CdI

4 Villaggio nella stagione delle piogge da Reflets de la CdI

I villaggi Senufo sono compresi tra 50 e 2.000 abitanti. Sono divisi lungo linee etniche che fanno riferimento ad un particolare clan matrilineare. Queste divisioni riflettono la condizione economica e sociale di ogni clan all’interno della comunità e comprendono agricoltori, fabbri, scultori, indovini e artigiani del cuoio.

25 maschere per funerale poro da Masques vivants

Ci sono quattro società che educano e governano le azioni degli individui, Poro, Sandogo, Wambele (“società degli stregoni”) e Tyekpa, che si trova solo tra il sottogruppo Fodonon.

RELIGIONE

11 casa dei feticci da Cote d'Ivoire foto di Martel

11 casa dei feticci da Cote d’Ivoire foto di Martel

Tra i Senufo vi sono un numero imprecisato di antenati e di spiriti della natura. La divinità è rappresentata nella doppia forma di Maleeo,  “Antica Madre” e di Kolotyolo, “Dio Creatore”.
Nella regione di Kufulo, Maleeo è rappresentata da tamburi sacri di fronte ai quali ladri e assassini sono portati in giudizio.
La società Poro è riservata soprattutto agli uomini, anche se possono entrare a farvi parte sia giovani ragazze che donne anziane.
La funzione principale del Poro è quello di garantire un buon rapporto tra il mondo dei vivi e quello degli antenati.

Donna Sando Die Kunst der Senufo

Donna Sando Die Kunst der Senufo

La divinazione, regolata dalla società Sandogo è una parte importante della religione Senufo. Anche se solitamente è considerata una società femminile, gli uomini destinati a diventare indovini per trasmissione ereditaria possono entrare a farne parte.

I Senufo

Parole Explora: bracciali, fertilità, maternità, papaya, saggezza, serenità

Altre informazioni:

Trip Down Memory Lane

 

4 pensieri su “10. MATERNITA’”

    1. Certamente di legno, stabilire il tipo di pianta risulta difficile perchè questa è una delle informazioni mantenute segrete dagli scultori. Occorre anche tenere presente che per creare queste sculture solitamente si usa prima una piccola ascia con la lama arcuata ed in seguito il coltello per definire i dettagli più fini. La superficie della scultura viene poi lisciata strofinandola con foglie ruvide, poi subisce diverse applicazioni di burro di karitè ed è affumicata per aggiungere una patina che oscura e conserva il legno.

    1. Perché in Costa d’Avorio è uno dei suoi frutti preferiti ed usa tutta la sua astuzia per rubarla agli uomini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.