13. MASCHERA DAN

13-Maschera-Dan

Le maschere Dan pare incarnino le forze spirituali che abitano la foresta.
Per poter essere scolpita era necessario il consenso del consiglio degli anziani che esaminava ciò che era stato rivelato da un iniziato durante un sogno e ne approvava la rappresentazione.

Alla fine degli anni ’70 lo studioso Fischer riscontrò 11 tipi di maschere Dan che potevano avere ruoli differenti, a seconda della situazione e della necessità del villaggio.

2 Uomini con la maschera Ge Gblin da archivio Eliot Elisofon

2 Uomini con la maschera Ge Gblin da archivio Eliot Elisofon

Spesso è impossibile dare una spiegazione della funzione che ha o che aveva la maschera.
Molte maschere richiamano la forma del viso femminile del gruppo Dan con espressioni diverse: rabbia, tranquillità, felicità, dolore.

Maschere Dan in situ

Maschere Dan in situ

Alcune maschere Dan hanno un ruolo importante durante rituali di iniziazioni, altre sono indossate per divertire il pubblico e molte assumevano un aspetto feroce, brutale: erano le maschere da guerra che venivano indossate per spaventare il nemico.

1 Maschera da corsa Dan

1 Maschera da corsa Dan

Il ruolo delle maschere nelle tradizioni ivoriane (in francese)

IL POPOLO DAN

 

4 Costa d'Avorio _ Mappa delle Popolazioni

4 Costa d’Avorio _ Mappa delle Popolazioni

ARTE

Gli scultori Dan producono principalmente maschere che regolano ogni aspetto della società Dan, tra cui l’educazione, la competizione, la guerra e la pace, il controllo sociale ed il divertimento.

Cucchiaio Dan in forma umana

Cucchiaio Dan in forma umana

Producono inoltre cucchiai di legno stilizzati e scacchiere per il famoso “mancala”, il gioco “della semina e del raccolto”.

STORIA

9 Cantastorie con il suo gruppo da archivio Eliot Elisofon

9 Cantastorie con il suo gruppo da archivio Eliot Elisofon


Le tradizioni orali descrivono la società Dan del XIX° secolo come priva di qualsiasi potere di governo centrale.

La coesione sociale è stata favorita da un linguaggio comune e da una preferenza per i matrimoni misti. In generale ogni villaggio ha un capo che ha ottenuto la sua posizione di guida della comunità con il duro lavoro nei campi e dopo una serie di battute di caccia fortunate. Di solito essi si sono circondati di giovani guerrieri per la loro protezione personale e per impedire l’invasione di popoli confinanti; al fine di aumentare il loro prestigio scambiavano regali con altri capi.
Queste abitudini sono alla base della diffusione dell’ottone tra i Dan, simbolo visibile di successo ed elemento indispensabile per avere un buon nome ed una buona reputazione.

ECONOMIA

La tradizione dell’ottone è ancora oggi una parte essenziale dell’economia Dan. I giovani cercano di farsi un nome spendendo generosamente alle feste comunitarie per dimostrare la loro ricchezza.
Anche se l’agricoltura e la caccia sono stati ampiamente sostituiti dall’estrazione dei diamanti o dal lavoro nelle piantagioni di gomma, la formazione di un ordine sociale gerarchico è ancora basato sulla capacità dell’individuo di avere successo.

POLITICA

6 Abitazioni Dan _ vista panoramica da archivio Eliot Elisofon

6 Abitazioni Dan _ vista panoramica da archivio Eliot Elisofon

È stato solo di recente, attraverso la creazione della società del leopardo (go), che tra i Dan è emerso un sistema di governo centralizzato. Le società politiche segrete basano il loro potere nello spirito del go, responsabile del clima di pacificazione tra gli abitanti. Anche se il potere del go sembra essere in aumento in tutta la società Dan, i singoli villaggi mantengono ancora un alto grado di indipendenza politica e il potere economico del singolo individuo è ancora molto apprezzato.

RELIGIONE

8 Uomini Dan con il copricapo tradizionale da archivio Eliot Elisofon

8 Uomini Dan con il copricapo tradizionale da archivio Eliot Elisofon


La visione del mondo Dan sostiene che ogni cosa può essere divisa in due categorie chiare e distinte. La separazione principale è tra il villaggio e la boscaglia
, in altre parole tra le cose che sono controllate dagli uomini e quelle che non lo sono.
Attraversare la linea di separazione tra i due ambienti può essere pericoloso e ogni volta che ciò viene fatto, per dissodare nuovi terreni o semplicemente attraversando la foresta, gli spiriti  della boscaglia devono essere placati.

11 Danzatori acrobati Dan in azione da archivio Eliot Elisofon

11 Danzatori acrobati Dan in azione da archivio Eliot Elisofon

Per prendere parte alla vita di villaggio gli spiriti della boscaglia devono assumere una forma corporea. I Dan credono che tutte le creature possiedono un’anima spirituale (), che viene assegnato agli esseri umani e animali al momento della nascita dal dio creatore. Il di ogni essere è immortale e dopo la morte di una persona è trasmesso ad un nuovo essere. Tuttavia alcuni rimangono senza corpo. Essi abitano le foreste come spiriti della boscaglia e devono stabilire una relazione con una persona se vogliono essere riconosciuti e onorati. Spesso lo spirito chiederà alla persona scelta di ballare per lui, utilizzando una maschera che rappresenti l’incarnazione dello spirito.


Altre informazioni:

Rand african art
TribalPhoto.com

2 pensieri su “13. MASCHERA DAN”

  1. Si tratta di un legno duro ricoperto da una patina di terra e decotti vegetali.Da tenere presente che gli oggetti dello scultore sono ritenuti così sacri de dotati di una misteriosa forza soprannaturale tale che alle donne ed ai non iniziati è proibito guardarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.