ARTE IN AFRICA

Nelle culture orali a sud del Sahara l’arte ha sempre avuto un’importanza fondamentale: trasmettere informazioni, illustrare e mantenere credenze, rimandare continuamente al mito.
Alla base dell’arte in Africa vi è stata una funzione socio-religiosa.
L’arte è stata messa al servizio di riti necessari per combattere le forze ostili che sembrano dominare la natura e per spiegare ed ordinare un mondo apparentemente caotico.

Tuttavia non tutto ciò che è stato creato dagli artisti è connesso alla religione.
Molte opere sono nate per la volontà dei regnanti di mostrare la propria ricchezza, altre erano usate per il divertimento nelle grandi feste in cui partecipava tutta la comunità, o per l’insegnamento di norme di comportamento.

L’insieme di tali funzioni è all’origine di una grande produzione artistica che, pur usando certi elementi ricorrenti quali la maschera e le figure umane ed animali, presenta una sorprendente varietà di soluzioni.

Contrariamente a quanto si è spesso sostenuto, l’artista africano, era in grado di superare le regole stilistiche stabilite dalla tradizione e dava un’interpretazione personale all’oggetto da produrre, né più né meno di qualsiasi artista di altra origine e cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.