Archivi categoria: lobi

07. TESTA PICCHETTO

1 testa picchetto in situ

1 teste picchetto in situ

La testa picchetto in legno, vale a dire una testa senza corpo,  con evidenti segni di sostanze sacrificali,  era fissata su un cono di terra, all’esterno delle abitazioni o collocata all’entrata di un villaggio, quale protettore  degli abitanti, preposta al culto delle divinità e degli antenati della popolazione Lobi.

Testa picchetto in situ - dettaglio

baathil in situ

Secondo altre fonti,  la testa picchetto rimanda ad una cerimonia collegata agli scontri armati ed ai riti che, nel tempo passato, venivano effettuati dopo l’uccisione di un nemico.
L’uccisore era considerato molto pericoloso perché “trasmetteva”, attraverso lo spirito della sua vittima, la forza malvagia del potere di vendetta. Per proteggere l’omicida e contemporaneamente per neutralizzare il potere dello spirito vagante, veniva eseguita una cerimonia particolare che sottometteva lo spirito del morto al suo uccisore.


IL POPOLO LOBI

 

3 Burkina Faso _ Mappa delle Popolazioni

3 Burkina Faso _ Mappa delle Popolazioni

ARTE

9 altare interno Skulptur in westafrika

9 altare interno Skulptur in westafrika


I Lobi scolpiscono numerosi tipi di oggetti, da quelli utilizzati ogni giorno a figure che incarnano gli ideali religiosi.
Le figure Batiba, riconosciute come esseri viventi, sono collocate nei santuari degli spiriti soprannaturali e sono in grado di comunicare tra loro per combattere le streghe.

STORIA

I Lobi migrarono in Burkina Faso dall’attuale Ghana attorno al 1770 e nei successivi cento anni molti di loro attraversarono il confine con l’odierna Costa d’Avorio in cerca di terre incolte. Sebbene i villaggi Lobi siano spesso indipendenti tra loro e non ci sia un potere centralizzato, essi riuscirono a opporre una forte resistenza alla colonizzazione francese.

ECONOMIA

I Lobi, che praticano prevalentemente un’agricoltura di sussistenza, vivono di miglio, sorgo e mais.
Gli uomini sono solitamente impegnati a dissodare i terreni ed a prepararli per la semina, mentre le donne si occupano della semina vera e propria e del raccolto. Sia gli uomini che le donne sono impegnati nell’artigianato, venduto sui mercati locali per cifre modeste.
Il bestiame è allevato per il pagamento della dote e delle multe ed è inoltre usato come dono. Anche se un tempo la caccia e la pesca fornivano un’importante fonte di proteine ​​per i Lobi, oggi non lo sono più, in quanto queste attività comunitarie si sono fortemente ridotte dopo l’introduzione delle armi da fuoco.

POLITICA

5 villaggio da Kunst und religion der Lobi

5 villaggio da Kunst und religion der Lobi

I villaggi Lobi sono sparsi, ma spesso associati tra loro. Anche geograficamente è spesso difficile distinguerne l’uno dall’altro. Tuttavia l’adesione comunitaria ad un singolo thil permette spesso di tracciare i confini della comunità.

13 oggetti per la divinazione da LOBI di Gottschalk

13 oggetti per la divinazione da LOBI di Gottschalk


Il thil, riconosciuto come capo della comunità, esprime divieti tramite un sacerdote indovino
, a cui devono obbedire gli abitanti del villaggio. Ogni villaggio è indipendente, ed i divieti vigenti in una zona possono essere completamente ignorati in quella vicina.

RELIGIONE

I Lobi ritengono che un tempo vivevano in un simbolico giardino dell’Eden fianco a fianco con dio e che non avessero bisogno di nulla. Tuttavia, quando cominciarono a diventare numerosi gli uomini cominciarono a combattere contro le donne e di conseguenza il dio se ne andò. Continuando però a voler bene agli uomini, il dio mandò dei thila a prendersi cura delle persone. Solo un indovino può entrare in contatto con i thila; egli trasmette messaggi, richieste e proibizioni alla gente. Il thil di villaggio si incarna nel santuario, ma, dal momento che i thila possono lasciare i santuari, sono spesso disabitati.

11 altare famigliare esterno da Kunst und religion der Lobi

11 altare famigliare esterno da Kunst und religion der Lobi


Nel sistema di credenze Lobi vi sono numerosi spiriti della natura, che si collocano al di sotto dei thila, ma al di sopra degli uomini.


Altre informazioni:

Dogon-lobi.ch